Home
Convegno con D. Meghnagi 1938-2018 “La psicoanalisi”

Convegno con D. Meghnagi 1938-2018 “La psicoanalisi”

1938-2018 
“La psicoanalisi”
3 febbraio 2018

Dalle ore 14:30 alle ore 18:30
PRESSO ISTITUTO DI PSICOTERAPIA ANALITICA DI FIRENZE
nuova sede di Via delle Belle Donne, 13
Firenze

L‘anno 2018 ricorda gli ottant’anni dalle “Leggi razziali” del 1938. Per le università italiane fu l’inizio di un declino irreversibile. Il 7% dei docenti furono cacciati via da un giorno all’altro. Interi settori di ricerca furono distrutti. Diversi Nobel nel dopoguerra furono vinti da studiosi italiani, un tempo costretti a fuggire dall’Italia.
La Scuola di Specializzazione Istituto di Psicoterapia Analitica di Firenze insieme con la Società Italiana di Psicoanalisi Interpersonale di Firenze, l’Istituto di Psicoanalisi H.S. Sullivan, il Centro Clinico dell’Istituto di Psicoterapia Analitica, in collaborazione con il Master Internazionale di Secondo Livello in Didattica della Shoah, propone uno spazio di riflessione, nell’ambito della cultura psicoanalitica, su una delle pagine più buie della storia italiana, ricordando la vita e l’opera di Enzo Joseph Bonaventura.
Laureatosi a Firenze nel 1913 fu il primo a tenere in Italia un intero corso universitario sull’opera di Freud, ed insegnò a Firenze fino alla sua espulsione dall’università in seguito alle “Leggi Razziali” del 1938.
Bonaventura pubblicò, poco prima della sua espulsione dell’università, una poderosa sintesi del pensiero di Freud che si legge ancora con piacere. Fu, inoltre, una figura di primo piano del sionismo italiano. Si adoperò nell’aiuto dei profughi ebrei che cercavano rifugio in Italia e partecipò in modo attivo alla vita della Comunità ebraica di Firenze.
Si trasferì successivamente a Gerusalemme, dove contribuì allo sviluppo del sistema educativo del paese e alla creazione del Dipartimento di Psicologia della Hebrew University.
Nell’aprile del ’48, Bonaventura fu assassinato nell’agguato arabo-palestinese al convoglio dell’Hadassah.
Il Comune di Gerusalemme ha dedicato alla memoria di Bonaventura una via della città. Nella città di Firenze, la sua memoria, con tutta la sua valenza storica, non è stata ancora promossa.
L’organizzazione di questo momento, ha in sé l’obiettivo di mantenere fermo nella memoria uno dei più grandi psicologi italiani, cresciuto e poi esiliato proprio dall’Ateneo della città di Firenze.

Programma:

h. 14:30 Registrazione dei partecipanti
h. 15:00 Apertura dei lavori: R. Cutajar
Saluto delle Autorità e degli Enti patrocinatori
Moderatore F. Tani
h. 15:30 Intervento magistrale di D. Meghnagi
h. 16:30 Pausa
h. 16:45 M. Baiardi: “La dinamica dell’antisemitismo italiano: caratteristiche e personaggi delle persecuzioni”
h. 17:15 Contributi al tema: V. Baldacci, A. Panti, A. Pazzagli
 h. 18:00 Dibattito
 h. 18:30 Chiusura lavori

Locandina in pdf

Interverranno:

  • Marta Baiardi: Studiosa della Shoah, della deportazione femminile e della memorialistica, ha pubblicato diversi saggi su queste tematiche. Lavora presso l’Istituto storico toscano della Resistenza e dell’Età contemporanea e sta concludendo un dottorato di ricerca all’Università di Basilea sulla scrittrice Liana Millu. Negli anni Novanta ha partecipato alla raccolta di testimonianze della Fondazione Spielberg e in seguito alla ricerca sulle persecuzioni degli ebrei in Toscana diretta da Enzo Collotti. Ha curato le memorie concentrazionarie di un contadino mugellese (2011); una bibliografia su Shoah e deportazione (con Enzo Collotti, 2011); gli scritti autonarrativi delle donne di casa Rosselli-Benaim-Supino (2012) e della maestra ebrea Sonia Oberdorfer (con Alessia Cecconi e Silvia Sorri, 2018).
  • Valentino Baldacci: Presidente Associazione Italia-Israele di Firenze.
  • Fulvio Corrieri: Consigliere dell’Ordine degli Psicologi della Toscana.
  • Roberto Cutajar: Direttore Istituto di Psicoterapia Analitica “H.S.Sullivan” di Firenze.
  • David Meghnagi: Professore di Psicologia Clinica, Psicologia dinamica e Psicologia presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università Roma Tre, docente di Psicologia della Religione e di Pensiero Ebraico al Master Internazionale in Scienza della Religione di Roma Tre; Membro della Delegazione italiana presso la Task Force for International Cooperation on Holocaust Remembrance and Education. È stato Vicepresidente dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane e delegato per l’Italia presso la Conferenza dell’OSCE contro l’antisemitismo. È stato consulente del Centro di Cultura Ebraica di Roma.Membro del comitato scientifico di numerose riviste scientifiche e divulgative italiane e straniere, oltre che autore di numerose pubblicazioni.
  • Antonio Panti: già Presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi e degli Odontoiatri della Provincia di Firenze. Adolfo Pazzagli: Professore Emerito di Psicologia Clinica dell’Università degli Studi di Firenze e membro ordinario con funzioni didattiche dell’Associazione Italiana di Psicoanalisi A.I.Psi. e dell’International Psychoanalytical Association.
  • Franca Tani: Presidente della Scuola di Psicologia dell’Università degli Studi di Firenze.

EVENTO GRATUITO con ISCRIZIONE OBBLIGATORIA fino ad esaurimento posti
al link: goo.gl/zXYVgW Limitato a 50 posti

Segreteria Organizzativa:
SIPI Società Italiana di Psicoanalisi Interpersonale*
e-mail: sipi.segreteria@gmail.com
sito web: www.ipasullivan.it

* Associazione federata OPIFeR – Organizzazione Psicoanalisti Italiani, Federazione e Registro